VPN – Virtual Private Network quale scegliere

VPN – Virtual Private Network quale scegliere

L’argomento non è nuovo avendolo già trattato in maniera approfondita in passati articoli (vedi anche cosa sono le Vpn , come funzionano le VPN, e infine le VPN sono veramente sicure come dicono?

Oggi però vorrei cercare di darti qualche altro suggerimento per la scelta di un Provider di servizi, non prima però facendo brevemente il punto della situazione.

In questi mesi di Covid e Smart Working fuori dalle mura dell’ufficio, le VPN hanno fatto parlare molto di sè. Vediamo di ripercorrere quindi i concetti di funzionamento.

Che cos’è una VPN?

La VPN è una connessione internet privata tra persone/dispositivi.

A differenza di una rete privata fisica, cablata per capirci, che collega i dispositivi tra loro distanti ai fini della condivisione dei dati, una rete privata “virtuale” utilizza la tecnologia della crittografia per creare la sicurezza di una rete privata e connettere dispositivi che sono talmente lontani da non poter essere collegati tra loro con un semplice cavo.

Perché dovremmo utilizzare una VPN

Le VPN sono in genere utilizzate da individui tra loro molto distanti fisicamente per accedere a file e programmi come se fossero effettivamente uno vicino all’altro. È quindi un sistema diffuso in ambito lavorativo più che privato/familiare.

Le VPN però possono essere utili anche in ambito extralavorativo quando:

  1. Attraverso la crittografia vuoi nascondere il tuo vero indirizzo IP
  2. Far apparire il tuo accesso alla rete da un altro posto del mondo
  3. Nascondere la tua attività online
  4. Mantenere la sicurezza durante l’utilizzo del Wi-Fi pubblico
  5. Resta al sicuro mentre giochi peer-to-peer (P2P) o condividi file
  6. Impedire ad altri soggetti di far sapere dove sei
  7. Superare le censure dei Paesi nei quali la libertà è limitata

Per quest’ultimo aspetto, i servizi VPN in alcuni Paesi vengono considerati illegali e quindi perseguibili penalmente (per esempio in Russia). In altri Paesi anche se non dichiarati illegali, vengono bloccate a livello di governo centrale

Come funzionano le VPN?

Di solito l’utilizzo di una VPN richiede il download e l’installazione di un’app o di un file che chiameremo “client VPN”. L’installazione e l’esecuzione del client crea un tunnel crittografato che collega il tuo dispositivo alla rete.

La maggior parte dei provider VPN chiede agli utenti di registrarsi con un indirizzo e-mail e una password, che sarebbero le credenziali del loro account, e offrono un metodo di autenticazione – tramite SMS, e-mail o scansione del codice QR – per verificare che l’utente sia effettivamente colui che si è registrato.

Una volta registrato e configurato, l’utente potrà navigare in Internet come al solito, ma con sicurezza e privacy migliorate.

Come scegliere una VPN?

Veniamo ora all’obbiettivo di questo articolo.

Se vuoi aumentare il grado di sicurezza della tua navigazione in internet, devi però sapere che ciò avviene comunemente a mezzo di un “servizio VPN” al quale ti registrerai.

Questo significa che c’è qualcuno, il  “Provider di servizi VPN”, che tramite pubblicità ti conquista e ti dice che il servizio che offre è”… il migliore del mondo e il più sicuro perché i dati non vengono registrati nei propri server”… tu ti registri e…. patatrac ovvero ti scarichi un bel programmino malware e sei fritto. Addio sicurezza internet!

Quindi, per scegliere un Provider di servizi VPN, devi cercare di seguire queste semplici regole.

  1. leggi le recensioni.
  2. Scegli un nome già conosciuto nel mondo e non Provide sconosciuti
  3. Se hai bisogno di BitTorrent/P2P, verifica che il provider non blocchi queste funzioni
  4. Evita VPN gratuite. Purtroppo non esistono servizi gratuiti in questo mondo.

Uno sguardo alle VPN gratuite

Quando si tratta di cose gratuite su Internet, la maggior parte di noi sa che “non si ottiene  niente per niente”. Il più delle volte, paghiamo con i nostri dati e informazioni, cioè proprio quello che vogliamo evitare.

Se proprio vuoi correre il rischio di utilizzare VPN gratuite, almeno fallo consapevolmente.

In questo senso, quindi, affidiamoci a provider riconosciuti operanti nel campo della sicurezza. tanto per capirci potrei farti i nomi di Proton VPN (no limiti di Gb), oppure Avira VPN (limite di 1 Gb) ma ne esistono tanti altri.

In aggiunta, ti consiglio di visitare il sito Top10vpn specializzato nella analisi dei provider VPN, che offre informazioni classificate per device, sistema operativo e area geografica.

Ancora, ti suggerisco di dare una occhiata a the best vpn deals dove troverai effettua una analisi dei Provider di servizi VPN oltre che per area geografica anche per ambito di attività (sport, gaming ecc.ecc.)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.