IFTTT cosa è e come funziona

IFTTT cosa è e come funziona

Cosa è IFTTT

IFTTT è l’acronimo di “If This Then That” che letteralmente significa “Se Questo Quindi Quello”. Al di là dell’aspetto della traduzione letterale, questa piattaforma (web) consente di creare dei legami tra “servizi” o “devices”.

L’unione di servizi tra loro, o devices tra loro, è chiamata applet.

L’applet è quindi una istruzione tale che “quando accade qualcosa (questo) fa accadere qualcos’altro (quello)”.

Come nasce IFTTT

IFTTT nasce dall’idea di integrare e automatizzare alcuni servizi e devices che oggi sono sempre più connessi alla rete.

Normalmente 2 servizi o 2 device tra loro non sono interconnessi all’origine.

Per device intendo non solo smartphone, ma anche per esempio lavatrici, lampadine, prese elettriche wifi, impianti di allarme, sensori di fumo, impianto di condizionamento, macchina del caffè…. Quindi per devices qui si intendono tutti i possibili apparecchi elettronici che possono essere connessi alla rete, wifi o internet.

Quindi, se 2 devices si possono connettere alla rete, allora è possibile collegarli tra loro.

Ancora, se uno dei 2 devices è il nostro smartphone e l’altro device è per esempio il condizionatore, entrambi collegati alla rete (wireless di casa o alla rete internet) allora possono essere collegati tra loro, e a questo punto, controllati tramite smartphone. Questo collegamento non è nativo, ma è creato da IFTTT

La grande novità di IFTTT è di creare questa interconnessione, facendo agire l’uno rispetto ad una certa situazione in cui si trova l’altro.

In questo modo le potenzialità dei nostri oggetti o dei servizi che utilizziamo aumenta esponenzialmente, e tutto questo avviene in maniera automatica e secondo il nostro desiderio.

In pratica ci sarebbe solo il limite all’immaginazione di quante e quante cose potremmo fare.

Cosa può fare IFTTT per noi?

Ti faccio qualche esempio pratico

  • Vuoi un messaggio via e-mail quando il tempo sarà piovoso? O quando ci sarà un rischio bufera/frana/nevicata intensa?
  • Vuoi un alert quando la quotazione di una azione in borsa sale o scende?
  • Vuoi i riscaldamenti si accendano se il meteo cambia? o viceversa si spengano in funzione del meteo?
  • Vuoi che si accendano le luci quando un sensore mette in funzione la sirena del tuo impianto antifurto? Immaginate la faccia del ladro che in piena notte oltre alla sirena si trova improvvisamente con tutte le luci accese….
  • Vuoi che si abbassino le tapparelle quando il sole tramonta o si alzino quando il sole sorge?
  • Vuoi che il Bluetooth/WIFI si accenda o si spenga in funzione del posto in cui ti trovi.
  • Vuoi che il telefono diventi automaticamente silenzioso quando sei in ufficio, mentre quando sei fuori dall’ufficio vuoi che aumenti il volume dell’audio? Io personalmente prima facevo questa operazione manualmente 4 volte al giorno. Ora lo fa IFTTT in automatico per me.

Insomma dove arriva la fantasia. Attenzione, però, non proprio tutto è possibile, ma sono possibili molte molte cose. all’interno del portale web o dell’applicazione troverete tante funzioni già integrabili, e queste sono sempre in aumento ogni giorno!

Con IFTTT si entra in un altro mondo.

Vediamo un caso concreto. Come funziona  IFTTT

Abbiamo visto che IFTTT funziona creando gli Applet che altro non sono che delle istruzioni che legano tra loro i servizi o i devices.

Per la creazione di una Applet possiamo raggiungere il sito web ufficiale di IFTTT  oppure scaricare l’applicazione per Android e IOS.

All’interno del sito web IFTTT vi sono già delle applets preimpostate, create da altri, ma ciò non toglie che possiamo noi crearne una a nostro piacimento.

Dopo una breve registrazione, una procedura guidata vi aiuterà a compilare l’istruzione e a creare la vostra Applet personalizzata.

Esempio condizionatore – comando vocale per regolare la temperatura

Posseggo un daikin emura con connessione wifi e vorrei controllare la temperatura con la voce.

Daikin dispone già di una sua App che controlla IN HOME oppure OUT-Of-THE-HOME il condizionatore tramite appositi comandi dell’App stessa.

Quello che invece vorrei fare è impostare un comando tramite IFTTT che mi consente di comandare la temperatura del condizionatore tramite la mia voce. come è possibile? utilizzando il mio smartphone che mi riconosce già con “OK Google”, posso impostare una frase che verrà riconosciuta dall’applet e che quindi comanderà il mio condizionatore.

Quindi all’interno del sito vado alla ricerca dell’applet “Daikin voice control temperature”, effettuo le modifiche alle frasi che voglio utilizzare, vado avanti, inserisco le credenziali del mio account Daikin e il gioco è fatto.

A questo punto “IF THIS” se pronuncio la parola che ho impostato dentro IFTTT, “THEN THAT” ovvero IFTTT invierà un comando alla applicazione di DAIKIN per regolare la temperatura secondo quanto da me richiesto.

Vi assicuro che l’applet ha funzionato, come del resto potete vedere dallo screenshoot qui a fianco del mio smartphone.

Non solo.

Questo mi consente di regolare la temperatura per esempio anche con google home oltre che con il mio smartphone. In che modo? Sono in camera e il condizionatore si trova in sala. In camera ho google home collegato allo smartphone che si trova in cucina. Google home è impostato per riconoscerci con il nostro account. Quindi se pronuncio “OK google” + “set temperatura 25 gradi” partirà il comando per il nostro Daikin.

Considerazioni finali

Dovete solo provarlo.
Il successo a mio avviso di questa piattaforma è la semplicità. La possibilità di legare tra loro servizi o devices, aumenta l’utilità degli oggetti che possediamo, automatizzando il funzionamento. Il che ci rende migliore la vita secondo i nostri desideri.

Per quanto possibile scrivetemi e proverò ad aiutarvi.

Subscribe to our newsletter!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: